About Tommaso Gazzolo

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
So far Tommaso Gazzolo has created 10 blog entries.

La fine della legittimità

By | 2017-01-27T16:17:34+00:00 dicembre 7th, 2016|I più letti|

La sconfitta referendaria segna l’inizio di una nuova fase di quella che ormai non è più una crisi politica – come forse era sembrato esserlo fino al 2010 – ma una crisi organica: una crisi «d’autorità», ossia una situazione in cui, come scrive Gramsci, i partiti «non sono più riconosciuti come espressione» dei gruppi sociali [...]

 1

Spettri

By | 2014-03-31T10:52:48+00:00 ottobre 7th, 2013|I più letti|

NON MUOIO NEANCHE SE MI AMMAZZANO. Dichiarazione spettrale del Cavaliere: “Non muoio neanche se mi ammazzano”. Hantise all’italiana, Questi fantasmi. Ma la logica berlusconismo/antiberlusconismo è davvero un «effetto spettrale», dall’ ontologie all’ hantologie (e ci perdoni Derrida). Dunque non esiste, propriamente, il Cavaliere: in quanto hantise, non è mai stato né sarà, ma sempre e [...]

 0

L’illusione costituente

By | 2014-03-31T10:52:52+00:00 giugno 21st, 2013|I più letti|

Quale era – e quale dovrebbe poter essere, ancora – la giustificazione politica dell’operazione politica che ha portato alla formazione del Governo Letta? Le «larghe intese» devono rispondere a due obiettivi essenziali: 1. la difesa contro il M5S; 2. la ri-legittimazione del sistema parlamentare. Sino ad oggi, tuttavia, l’accordo Pd – Pdl non è stato [...]

 0

Che cos’è un Parlamento

By | 2014-03-31T10:53:01+00:00 aprile 10th, 2013|I più letti|

«Non sta scritto da nessuna parte che le commissioni non si possono costituire prima della formazione della maggioranza e dell'opposizione. Se i Costituenti non l’hanno specificato un motivo ci sarà stato» (Crimi). I fascisti hanno ragione. Non esiste alcuna norma – di carattere costituzionale o regolamentare – che obblighi a costituire le commissioni solo dopo [...]

 2

Le idee dei naufraghi

By | 2014-03-31T10:53:05+00:00 marzo 30th, 2013|I più letti|

Questa nota di Tommaso Gazzolo era arrivata prima delle ultime decisioni di Napolitano. La pubblichiamo solo ora per nostra colpa. Felix culpa, peraltro. Perché essa fotografa molto meglio dei quotidiani di stamattina l’impasse cui il Quirinale tenta di porre rimedio: non con il deus ex machina cui conferire un incarico “istituzionale”, ma riprendendo possesso del [...]

 0

Il lungo discorso di Napolitano

By | 2014-03-31T10:53:09+00:00 marzo 23rd, 2013|I più letti|

La posizione del M5S non può che essere la seguente: o governo o niente. Per la sua natura «illegittimista», il movimento procede per antitesi radicali (dentro o fuori, noi o loro, onesti o ladri, cittadini o “casta”) che si fondano sul senso ultimo della sua politica: determinare la fine del «sistema» partitico (e, per conseguenza, [...]

 0

Illegittimità ed autosputacchiamento

By | 2014-03-31T10:53:13+00:00 febbraio 26th, 2013|I più letti|

E in compenso di questo abisso di ignominia e di autosputacchiamento del socialismo davanti al mondo, di questa perversione della coscienza socialista delle masse operaie - unica base che possa garantirci la vittoria- ci si presentano a suon di tromba progetti di riforme miserabili, così miserabili che si è potuto ottenere di più dai governi [...]

 3

Sulla morte del Papa

By | 2014-03-31T10:53:17+00:00 febbraio 13th, 2013|I più letti|

Riscrivo rapidamente la notizia, seguendo gli interventi, in questa rivista, di Covatta ed Acquaviva sulla “rinuncia” del Papa. Libération ha posto una domanda essenziale: “A cosa pensa un Papa?”. A cosa pensava Benedetto XVI? Forse c’è un’articolazione complicata, che dovremmo seguire, una certa teologia politica, che si inscrive nella “rinuncia” di Benedetto XVI, di questo [...]

 0

M5S Risentimento e rivoluzione

By | 2014-03-31T10:53:22+00:00 novembre 22nd, 2012|I più letti|

Ciò che separa il Movimento 5 Stelle dalle forze politiche della Sinistra italiana non è né la forma né il “programma elettorale”, ma qualcosa di più profondo, ossia la giustificazione della propria legittimità politica. Spinoza ha per primo tracciato la differenza tra due tipi di potere: quello del “tiranno / schiavo” e quello dell’uomo libero. [...]

 6