About Maurizio Ballistreri

Docente di diritto del lavoro nell’Università di Messina, ha insegnato e tenuto seminari alla Luiss di Roma, all’Università spagnola di Extremadura, all’Università Sorbonne di Parigi, all’Università Economica di Cracovia e all’Ateneo di Santiago de Compostela. Esercita la professione di avvocato ed è giornalista pubblicista. E’ stato deputato all’Assemblea regionale Siciliana nella XIV Legislatura e amministratore di istituti di credito e società a carattere pubblico.

IL REFERENDUM COSTITUZIONALE, IL PLEBISCITO, CRAXI, L’ANPI

By | 2016-05-31T10:59:20+00:00 maggio 31st, 2016|Referendum Costituzionale|

Il rischio paventato da parte dei settori politici più avvertiti e dai commentatori più sereni di trasformare il referendum costituzionale di ottobre in un plebiscito su Matteo Renzi ogni giorno diviene purtroppo sempre più reale. Il plebiscito evoca tristemente regimi autoritari di segno opposto, incentrati sulle figure dei dittatori: con la tragica esperienza italiana del [...]

 9

Festa d’aprile

By | 2016-06-10T13:08:25+00:00 aprile 28th, 2016|I più letti|

Per chi come me ha la tessera ad honorem dell’Associazione dei Partigiani d’Italia, il 25 aprile 2016 è stato un giorno ambivalente. Un giorno di festa, in nome dei valori di libertà, giustizia e democrazia: ma anche di tristezza per la drammatica crisi di questi valori in Italia, che vede in prima linea, purtroppo, un [...]

 5

Se otto ore vi sembran poche

By | 2015-12-15T13:57:43+00:00 dicembre 1st, 2015|I più letti, Interventi|

Ha ragione Michele Tiraboschi quando dice che “avremo una vera rivoluzione copernicana (anche) delle regole del lavoro solo quando riscriveremo la nozione di impresa: vale per orario di lavoro, vale per alternanza e apprendistato, vale per produttività del lavoro e partecipazione dei lavoratori, vale per tutto”. Rispetto a questa necessaria prospettiva di ridefinizione sistemica dei [...]

 1

La demolizione del diritto del lavoro

By | 2015-10-21T11:23:30+00:00 ottobre 9th, 2015|I più letti, Interventi|

“Non c’è stata alcuna svolta: di fatto, per ora, il Jobs Act si sta rivelando un fallimento”: così  Michele Tiraboschi, uno dei più autorevoli giuslavoristi italiani, docente all’università di Modena e Reggio Emilia e presidente di Adapt, il centro studi sul lavoro fondato da Marco Biagi. Infatti gli ultimi dati sulla disoccupazione diffusi dall’Istat evidenziano [...]

 1

Mattarella e il presidenzialismo

By | 2015-02-20T13:17:25+00:00 febbraio 3rd, 2015|I più letti, Interventi|

“Sarà un arbitro e non un giocatore”: così i primi commenti a caldo dopo l’elezione di Sergio Mattarella al Quirinale, quasi a prendere le distanze dal ruolo giocato da Giorgio Napolitano, ritenuto evocatore di una sorta di “presidenzializzazione” della figura del Capo dello Stato nel quadro del nostro sistema istituzionale di tipo parlamentare. A sostegno [...]

 1

Cofferati e la crisi dei partiti

By | 2015-02-04T14:57:41+00:00 gennaio 19th, 2015|I più letti, Interventi|

Le dimissioni dal Pd di Sergio Cofferati, che ha contestato brogli nelle primarie per la candidatura a presidente della Regione Liguria, ha finalmente messo a nudo un sistema di selezione del personale politico tutt’altro che democratico. Com’è noto le primarie sono uno strumento di partecipazione mutuato dagli Stati Uniti. In quel sistema politico, basato su [...]

 2

Il Jobs act e la Costituzione

By | 2015-01-08T11:48:20+00:00 gennaio 2nd, 2015|I più letti, Interventi|

Il commento dell’autorevole giuslavorista Michele Tiraboschi, critico sull’impianto generale del Jobs Act, fotografa anche la riforma dell’art. 18: “Non convince nemmeno l’intervento sulla flessibilità in uscita risultante dall’introduzione del contratto a tutele crescenti, seppur coerente con la ratio della flessibilizzazione in ingresso. Il nuovo panorama pare delinearsi nel segno di un nuovo dualismo nel mercato [...]

 8

Gli operai la polizia da Scelba alla sinistra divisa

By | 2014-11-19T12:08:20+00:00 novembre 8th, 2014|I più letti, Interventi|

Un paese sull’orlo di uno scontro sociale: è questo che si evidenzia dalle drammatiche immagini delle cariche della polizia sugli operai della Thyssen Krupp di Terni, che manifestavano a Roma per difendere l’occupazione, e che hanno rievocato quelle dell’immediato dopoguerra, quando con Mario Scelba al ministero degli Interni le forze dell’ordine disperdevano con le camionette [...]

 1

Aldino Sardo Infirri: quando arrestarono un galantuomo

By | 2014-08-18T16:37:27+00:00 agosto 12th, 2014|I più letti, Interventi|

I Nebrodi, nella provincia di Messina, sono storicamente nel ‘900 una delle zone della Sicilia segnate da significative lotte contadine e bracciantili condotte da esponenti della sinistra e del sindacato, e hanno rappresentato una vera e propria fucina politica e sociale. E tra le figure di maggior spicco della politica nel dopoguerra nella zona dei [...]

 0

Il Bancor di Keynes

By | 2014-06-23T12:53:55+00:00 giugno 17th, 2014|I più letti, Interventi|

C’è stato un plauso generale dei mercati e della politica europea (con gli scontati mugugni della Germania della Merkel) nei confronti delle misure decise dalla Banca centrale europea guidata da Mario Draghi. Ribasso del tasso della Bce allo 0,15% nuovo minimo storico dal precedente 0,25%, assieme ad interventi per rilanciare il credito, fra cui nuove [...]

 0

Isolare la Russia?

By | 2014-05-23T12:31:16+00:00 maggio 13th, 2014|I più letti, Interventi|

Sarebbe semplicistico analizzare le gravi tensioni internazionali originatesi in Ucraina come un remake della “guerra fredda”. L’Unione sovietica non esiste più (in primo luogo come antagonista ideologico degli Stati Uniti e del mercato capitalistico), e le dinamiche geopolitiche sono ben diverse da quelle del 1989, con il crollo del Muro di Berlino, e del 1991, [...]

 0

Garcia Marquez: la politica, il socialismo, l’utopia

By | 2014-04-26T10:36:07+00:00 aprile 22nd, 2014|I più letti, Interventi|

Il premio Nobel per la Letteratura, Gabriel García Márquez, l’autore di Cent’anni di solitudine, sarà ricordato anche per il suo impegno politico. Un impegno nato di getto, contro le dittature in Sud America e per la libertà e la giustizia sociale, sin da quando fu assassinato il leader liberale colombiano Jorge Eliécer Gaitán il 9 [...]

 0

“La grande bellezza” e la politica italiana

By | 2016-03-15T10:38:16+00:00 marzo 21st, 2014|I più letti|

“La grande bellezza” di Paolo Sorrentino può essere proposto anche come una metafora della politica del nostro tempo. Il film appare come una sorta di “Festa dell'insignificanza”, un divertissement surrealista, una parabola dagli accenti felliniani, in cui si alternano personaggi alle prese con elucubrazioni stravaganti, parolai, narcisi e un po' vanesi. Già, il recente romanzo [...]

 0

IL PD, IL PARTITO SOCIALISTA EUROPEO E I COMPITI DEL PSI

By | 2014-03-31T10:17:41+00:00 marzo 4th, 2014|I più letti, Interventi|

L’adesione al Pse del Pd, il partito nel quale in gran parte sono confluiti gli eredi del comunismo italiano di Togliatti e Berlinguer, fra i socialisti può suscitare diverse reazioni. Una può essere simile a quella di Ugo Intini, che dopo la cancellazione del Partito socialista di Craxi per via mediatico-giudiziaria disse che “i post [...]

 1

Lex mercatoria e costituzionalismo globale

By | 2014-03-31T10:17:45+00:00 febbraio 24th, 2014|I più letti, Interventi|

Dopo il crollo del Muro di Berlino e la fine del comunismo di Stato di stampo totalitario nell’Europa dell’Est nel 1989, Francis Fukuyama, riscoprendo l’idealismo di Hegel, proclamò “la fine della storia”. Con questa apodittica affermazione il politologo nippo-americano intese affermare la definitiva vittoria del mercato sulla socialità, del privato sul collettivo, senza nessuno spazio [...]

 0

L’ITALICUM, RENZI E E LA DEMOCRAZIA IN ITALIA

By | 2014-03-31T10:17:49+00:00 gennaio 27th, 2014|I più letti, Interventi|

Dopo la pronuncia della Consulta, la riforma della legge elettorale, si dice giustamente, non è più rinviabile: a condizione, però, che soddisfi non solo quelle che sono indicazioni del giudice delle leggi, ma anche (e soprattutto!) del popolo sovrano. Nella proposta Renzi-Berlusconi non viene accolta quella che appare la domanda più forte dei cittadini: la [...]

 0

LA DITTATURA DELL’EURO

By | 2014-03-31T10:15:04+00:00 novembre 25th, 2013|I più letti|

“L’euro è stata un’idea orribile, lo penso da tempo. Un errore che ha messo l’economia europea sulla strada sbagliata. L’Europa era nata con lo scopo di unire il continente, ha finito per dividerlo. I greci contro i tedeschi imperialisti, i tedeschi contro i greci fannulloni. Io vedo molto nazionalismo in Europa, non in Asia”: queste [...]

 0

Morandi e Panzieri: i socialisti e l’autonomia speciale in Sicilia

By | 2014-03-31T10:15:11+00:00 settembre 2nd, 2013|I più letti|

Doveva essere il presidente “rivoluzionario”, una sorta di Che Guevara per la Sicilia, e, dopo un anno dalla sua elezione su di lui piovono critiche incrociate, dall’opposizione di centrodestra, dal Movimento Cinque Stelle e dal Pd, il suo partito, che ha parlato di “nomine clientelari”. Ciò che appare più evidente nella esperienza di Crocetta al [...]

 3

I 150 anni della SPD e il socialismo liberale

By | 2014-12-02T10:14:16+00:00 maggio 26th, 2013|I più letti|

Forse la risposta alle polemiche in seno all’Internazionale Socialista tra i suoi vertici, il presidente George Papandreou e il segretario generale Luis Ayala, e il leader della Socialdemocrazia tedesca Sigmar Gabriel, si può trovare nel rilancio dell’idea del Lib-Lab fatta da Riccardo Nencini. Come è noto la Spd, da tempo in polemica con la leadership [...]

 2

Il Pd di Epifani

By | 2014-03-31T10:16:40+00:00 maggio 13th, 2013|I più letti|

Sembra quasi una nemesi della storia l’elezione di Guglielmo Epifani alla segreteria del Partito democratico. E sì, perché il Pd voluto da Veltroni quale prodotto politico da laboratorio, una sorta di tardo-compromesso storico “bonsai” con l’incontro tra ex-comunisti e la filiazione popolarista degli ex-democristiani, ha rappresentato la negazione per la sinistra italiana di un approdo [...]

 3

Il primo maggio tra crisi e cambio di prospettiva in Europa

By | 2014-03-31T10:15:48+00:00 maggio 6th, 2013|I più letti|

La celebrazione del Primo maggio quest’anno ha visto da più parti levarsi un grido d’allarme: l’economia italiana è ormai al tracollo. La crisi del Sistema-Italia è da inquadrare nel più generale scenario planetario, iniziato con il crack della Lehman Brothers nel 2008, vera e propria scintilla che ha generato il crollo del sistema capitalistico mondiale. [...]

 0

Napolitano, l’Italia della crisi e un nuovo meridionalismo democratico. La scommessa “Lib-Lab”

By | 2014-03-31T10:15:55+00:00 aprile 23rd, 2013|I più letti|

Il governo che si costituirà sotto la regia di Giorgio Napolitano, rieletto al Colle, sarà orientato dalle indicazioni programmatiche dei “saggi” indicati qualche settimana fa dal Presidente della Repubblica. Ma c’è da osservare che nella parte economica di questo scritto sono quasi del tutto assenti le ricette per il Mezzogiorno. Nell’attuale scenario socio-economico, segnato dalla [...]

 2

Cipro “cronaca di un default annunciato”

By | 2014-03-31T10:16:02+00:00 marzo 25th, 2013|I più letti|

 Sarebbe troppo facile, parafrasando Garcia Marquez, dire che la crisi finanziaria di Cipro è la “Cronaca di un default annunciato”. Un default che, però, rischia di trascinare con sé l’intera eurozona, dimostrando ancora una volta l’incapacità dell’Unione Monetaria Europea di risolvere i problemi economici e sociali. Siamo, ormai, ad un passo dal baratro e il [...]

 0

Federico Caffè e Riccardo Lombardi, un vero riformismo contro le agenzie di rating, e la “sinistra di destra”

By | 2014-12-02T10:14:25+00:00 marzo 10th, 2013|I più letti|

L'agenzia di rating Fitch ha abbassato il giudizio sull'Italia a BBB+ da A- con outlook negativo, a causa del “risultato inconcludente delle elezioni italiane". Subito pianti greci da parte di tutto lo schieramento politico italiano, anche nel centrosinistra, che appare invero culturalmente subalterno alle esigenze della finanza globale, di cui le agenzie di rating sono [...]

 1

Riforme della politica e dell’economia contro l’avventurismo

By | 2014-03-31T10:16:16+00:00 marzo 3rd, 2013|I più letti|

E’ apparsa francamente frettolosa e unicamente funzionale alla propria premiership l’offerta di Pierluigi Bersani a Grillo di sostegno, in cambio di ruoli di vertice in parlamento. Di nuovo si è sentito l’eco del “nessun nemico a sinistra” e dell’esigenza di rincorrere ogni radicalismo per riassorbirlo. Ma questa volta è diverso! In primo luogo perché il [...]

 0

Sovranità e bipolarismo

By | 2014-03-31T10:16:22+00:00 febbraio 26th, 2013|I più letti|

Per commentare il risultato delle elezioni politiche si potrebbe utilizzare l’ossimoro di Eugenio Montale: “Codesto solo oggi possiamo dirti, ciò che non  siamo, cioè che non vogliamo”. Così si è espresso il popolo sovrano, affermando di non essere subalterno alle lobby finanziarie che lo hanno vessato nello scorso anno, e di non volere la fine [...]

 1

Le dimissioni di Benedetto XVI tra storia, millenarismo e innovazione

By | 2014-03-31T10:16:29+00:00 febbraio 15th, 2013|I più letti|

Tra i molti commenti seguiti alle dimissioni di Benedetto XVI dal soglio pontificio, in alcuni si è evocato il precedente storico di papa Celestino V. Secondo un’esegesi diffusa, nel III canto dell’Inferno dedicato alle anime degli ignavi, coloro “che visser sanza 'nfamia e sanza lodo”, Dante colloca Celestino V: “vidi e conobbi l'ombra di colui [...]

 0

Riformare le banche in Italia, dopo la vicenda MPS

By | 2014-03-31T10:17:20+00:00 febbraio 4th, 2013|I più letti|

Sarà la magistratura a chiarire gli eventuali profili di responsabilità penale degli ex amministratori del Monte dei Paschi di Siena, in una vicenda che evoca le critiche di Ernesto Rossi al “capitalismo inquinato” dei “padroni del vapore” nel nostro Paese. Ciò che deve essere affrontato subito però, è il tema del sistema bancario in Italia [...]

 0

Democrazia di ritorno

By | 2014-03-31T10:17:28+00:00 novembre 26th, 2012|I più letti|

Nel 1982 il giornalista Alberto Ronchey scriveva un celebre saggio  “Chi vincerà in Italia? La democrazia bloccata, i comunisti e il fattore K”, destinato a diventare un classico della politologia nel nostro Paese. In esso si analizzavano le prospettive della politica in Italia, nel quadro del “bipolarismo imperfetto” della prima Repubblica tra Democrazia cristiana e [...]

 0

Il degrado della politica italiana

By | 2014-03-31T10:17:33+00:00 novembre 5th, 2012|I più letti|

Il risultato delle elezioni regionali in Sicilia rappresenta un nuovo macigno nella crisi della politica italiana. E Le parole della bella canzone di Franco Battiato “E ti vengo a cercare”, scritte nel 1988, suonano attuali ai giorni nostri per ormai molti squallidi avvenimenti nella politica italiana: “Un secolo oramai alla fine/saturo di parassiti senza dignità”. [...]

 0