About Luigi Covatta

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
So far Luigi Covatta has created 133 blog entries.

Serpenti di mare

By | 2014-03-27T13:18:03+00:00 agosto 9th, 2013|Documenti, I più letti|

E’ una falsa opinione che ad agosto non ci siano notizie, per cui i giornali sono costretti a riciclicare annualmente l’apparizione del mostro di Loch Ness o di altri serpenti di mare. Senza riandare a quel 6 agosto del 1945 in cui ebbe tragicamente inizio l’era del terrore nucleare, basti pensare che è in questo [...]

 0

Pilastri e grimaldelli

By | 2014-03-27T13:18:07+00:00 luglio 28th, 2013|I più letti|

Dopo che alcuni parlamentari del Pdl hanno proposto la depenalizzazione dell’illecito finanziamento dei partiti, su alcuni giornali è cominciata una campagna che non ha niente da invidiare a quella scatenata vent’anni fa dal pool di Milano e dal “popolo dei fax”. In proposito riporto la lettera che ho inviato al direttore della Repubblica, Ezio Mauro. [...]

 0

Serpenti e colombe

By | 2014-03-27T13:18:10+00:00 luglio 27th, 2013|I più letti|

Sul Corriere di ieri Luigi Accattoli osserva che papa Francesco, a differenza dei suoi predecessori, nel corso del viaggio che lo ha portato a Rio de Janeiro si è sottratto alle domande dei giornalisti per “non permettere che a dettare l’agenda della sua predicazione sia la logica dei media”. Fra tante narrazioni deamicisiane delle gesta [...]

 0

Ancora su De Gregorio, Berlusconi e Prodi

By | 2015-06-25T10:44:18+00:00 giugno 28th, 2013|I più letti|

Il 20 marzo avevo postato su questo sito un commento sulla vicenda De Gregorio. Chi, per orientarsi,  vuole avere coordinate meno vaghe di quelle che offre in questi giorni la stampa quotidiana può utilmente rileggerlo (ed eventualmente correggerlo o contestarlo).  Per agevolare i lettori lo ripropongo tale e quale di seguito. Non senza chiedermi come [...]

 0

Colombo, Lanaro e l’Italia repubblicana

By | 2014-03-27T13:18:17+00:00 giugno 26th, 2013|I più letti|

Per capire chi è stato Emilio Colombo, che è morto il 24 giugno a 93 anni, può essere utile rileggere la Storia dell'Italia repubblicana di Silvio Lanaro, scomparso anch'egli ieri l'altro a 70 anni. Non perchè l'opera dello storico vicentino, pubblicata da Marsilio nel 1992, si diffonda particolarmente sul ruolo dello statista lucano. Perchè rappresenta [...]

 2

L’eccezione greca

By | 2014-03-27T13:18:20+00:00 giugno 19th, 2013|I più letti|

Negli ultimi due anni in Grecia sono state tagliate drasticamente le pensioni, sono stati licenziati a migliaia gli impiegati statali, sono state ridotte significativamente le prestazioni sociali. Ma l’opinione pubblica europea non ha fatto una piega (quando non ha fatto il tifo per la troika e i suoi diktat). Ora insorge perché è stato toccato [...]

 0

Schifani il censore

By | 2014-03-27T13:18:26+00:00 giugno 14th, 2013|I più letti|

Sulla procedura scelta dal governo per portare a termine le riforme istituzionali si possono nutrire dei dubbi. Alcuni, nell'editoriale della rivista che ora è in stampa, li propone anche chi scrive. Ma è paradossale che lo faccia anche un signore che nella scorsa legislatura ha presieduto un'assemblea in seno alla quale le riforme suddette hanno [...]

 0

Il mito del Mattarellum

By | 2014-03-27T13:18:29+00:00 maggio 30th, 2013|I più letti|

La malferma cultura di governo della sinistra italiana vive di miti. Ai tempi della prima Repubblica andava molto quello dell'unità nazionale che aveva governato l'Italia dal 1944 al 1947: un'età dell'oro alla quale si ispirò il Pci nella seconda metà degli anni '70, fino a dare l'impressione, secondo Claudio Petruccioli (Rendi conto, 2001), “che più [...]

 2

Lettera aperta ad Ignazio Marino

By | 2014-03-27T13:18:32+00:00 maggio 7th, 2013|I più letti|

Caro Professore, su un suo manifesto elettorale ho visto campeggiare la scritta “Non è politica, è Roma”. E’ uno slogan efficace, di questi tempi. Ma neanche di questi tempi è opportuno sostituire la politica con la propaganda. Secondo Viktor Sklovskij (uno che se la doveva vedere con Stalin, non con Grillo) ridurre tutto a propaganda [...]

 4

Ciao Tonino

By | 2014-03-27T13:18:35+00:00 aprile 24th, 2013|I più letti|

Antonio Maccanico se ne è andato proprio nei giorni in cui Giorgio Napolitano ha rimesso all’onor del mondo quell’etica pubblica fondata sull’equilibrio e la responsabilità alla quale si era ispirato per tutta la vita. Del resto appartenevano alla stessa generazione, che aveva vent’anni alla fine della guerra (e della guerra civile), e che anche per [...]

 0

I limiti dell’emergenza

By | 2014-01-12T12:26:21+00:00 aprile 23rd, 2013|I più letti|

Sulla Repubblica di stamattina Ezio Mauro, per mettere fin d'ora le mani avanti rispetto al governo del Presidente, invita a “non spostare la crisi dal rapporto tra i partiti e lo Stato al rapporto tra i partiti e la loro base”. E' una preocupazione curiosa da parte del direttore di un giornale che fin dalla [...]

 1

Pulci che tossiscono

By | 2014-03-27T13:18:38+00:00 aprile 13th, 2013|I più letti|

Dall’alto del suo milione e mezzo scarso di voti Roberto Maroni ha posto il veto alla candidatura di Giuliano Amato al Quirinale. “Ma mi faccia il piacere”, avrebbe detto Totò, che pensava che le pulci non potessero permettersi di avere la tosse. In politica, invece, le pulci tossiscono. Specialmente se gli elefanti sbadigliano. E Maroni [...]

 2

Veltroni e i “bravi riformisti”

By | 2016-03-15T10:28:52+00:00 aprile 8th, 2013|I più letti|

Sulla Repubblica di stamattina Walter Veltroni, nel ribadire che “il Pd non è un partito socialista”, riconosce che di partiti socialisti in Italia “ne esiste uno, ed è composto da bravi riformisti” (non abbastanza bravi, peraltro, da meritare di essere preferiti a Di Pietro nella scelta delle alleanze elettorali del 2008). Poi però, polemizzando (giustamente) [...]

 5

Ministri e marò

By | 2014-03-27T13:18:46+00:00 marzo 22nd, 2013|I più letti|

E' un vero peccato che il procedimento aperto dalla nostra Procura militare nei confronti dei marò Latorre e Girone si sia interrotto in seguito alla decisione del governo di rispedire i due militari in India. Si procedeva, infatti, per “violata consegna”, e forse finalmente avremmo saputo qual'era la loro “consegna” nel momento in cui vennero [...]

 1

De Gregorio e Berlusconi

By | 2014-03-27T13:18:49+00:00 marzo 20th, 2013|I più letti|

Dunque, per il Gip di Napoli, non è chiaro se i tre milioni versati da Berlusconi a De Gregorio siano davvero serviti a cambiare “il corso della storia”, come con qualche eccesso di enfasi aveva detto Romano Prodi dopo essere stato interrogato dai Pm napoletani. Ma visto che viene tirata in ballo, la storia, almeno [...]

 0

I nemici a sinistra

By | 2014-03-27T13:18:53+00:00 marzo 19th, 2013|I più letti|

Undici anni fa, il 19 marzo 2002, veniva assassinato Marco Biagi. Era un nostro compagno, stava dalla parte dei lavoratori, ma venne ucciso da fanatici “di sinistra”. L'anno scorso lo abbiamo ricordato con la solennità con cui si celebrano i decennali e i loro multipli. Dobbiamo però ricordarlo anche quest'anno. Se non altro perchè c'è [...]

 5

Ladri di Pisa

By | 2014-03-27T13:18:57+00:00 marzo 18th, 2013|I più letti|

Le scalinate del Palazzo di giustizia di Milano in Italia le conoscono tutti. Almeno da quando, giusto vent’anni fa, ospitarono il “popolo dei fax” che faceva da sfondo corale al pronunciamento del pool Mani pulite contro il decreto Conso ed alle indimenticabili cronache di Paolo Brosio per il TG4. Quindi non hanno perso la loro [...]

 1

Scalfari, Craxi e Pella

By | 2014-03-27T13:19:00+00:00 marzo 6th, 2013|I più letti|

Lunedì, mentre ascoltavo Scalfari alla presentazione del libro di Franchi su Napolitano, mi sono reso conto di essermi perso qualcosa fra gli anni ’70 e gli anni ’80. Allora, sotto la guida di Riccardo Lombardi, io mi battevo per l’alternativa di sinistra. E non mi ero accorto che Scalfari (ed anche Paolo Mieli, che aveva [...]

 4

Pasquale e Totò

By | 2014-03-27T13:20:43+00:00 febbraio 26th, 2013|I più letti|

La prima reazione potrebbe essere quella di Totò, quando se la ride di chi lo schiaffeggia chiamandolo Pasquale. In effetti nessuno di noi si chiama Pasquale, e per giunta la presenza del Psi nella coalizione di centrosinistra non è stata granchè valorizzata. Ma Totò ugualmente si era slogata la mascella. La seconda reazione potrebbe essere [...]

 0

Le scelte e i vincoli

By | 2014-03-27T13:20:47+00:00 febbraio 22nd, 2013|I più letti|

Stamattina sul Corriere Ernesto Galli della Loggia ripropone un ragionamento che aveva già abbozzato lunedì nel nostro seminario sul lascito di Luciano Cafagna: deplora l'abitudine delle nostre classi dirigenti a farsi scudo del “vincolo esterno” per imporre politiche altrimenti impopolari. Ma tratta l'argomento come se il “vincolo esterno” fosse solo un pretesto, invece che un [...]

 0

Chi sfida Grillo?

By | 2014-03-27T13:20:51+00:00 febbraio 18th, 2013|I più letti|

Ogni tanto Raitre, dopo il telegiornale della sera, propone spezzoni delle vecchie Tribune politiche. Tempo fa, poi, ha riesumato le brevi interviste con cui Moro, Togliatti e Nenni commentavano la loro prima esperienza televisiva. Il più soddisfatto era Moro, che vedeva la possibilità di raggiungere un numero maggiore di elettori. Del resto, secondo Gianni Baget [...]

 0

Il fronte principale

By | 2014-03-27T13:20:54+00:00 febbraio 13th, 2013|I più letti|

Fino a prova contraria l'amministratore delegato di Finmeccanica è innocente, e lo è anche Formigoni. Ma senza prova contraria, invece, i provvedimenti giudiziari a loro carico interferiscono gravemente sulla campagna elettorale. Non necessariamente a loro danno, per la verità, o a danno dei loro danti causa. I fischi di ieri sera a Crozza, per esempio, [...]

 1

Chiesa matrigna

By | 2014-03-27T13:21:12+00:00 febbraio 12th, 2013|I più letti|

Il cinquantesimo anniversario dell'apertura del Concilio, passato quasi sotto silenzio l'ottobre scorso, è stato implicitamente, ma efficacemente, celebrato ieri da papa Ratzinger. La sua rinuncia, infatti, ha dimostrato meglio di tanti trattati di teologia che il principio della collegialità nel governo della Chiesa cattolica non era un'effimera concessione allo spirito del tempo, e che averlo [...]

 0

Un ministero della Cultura?

By | 2016-03-15T10:29:11+00:00 febbraio 6th, 2013|I più letti|

Pompei fa ancora notizia. Questa volta non per i muretti che crollano, ma per le gradinate di tufo che vengono consolidate col cemento armato (e pagate, secondo l'accusa, quattro volte più del dovuto). Intanto il Tar del Lazio (?!)  dà via libera al restauro (?!) del Colosseo, quello finanziato da Della Valle con 250 milioni [...]

 5

Napolitano e la questione sociale

By | 2014-03-27T13:21:20+00:00 gennaio 2nd, 2013|I più letti|

Fra tanti affannati interpreti  della “società civile”, ci voleva un politico di lungo corso come Giorgio Napolitano per segnalare l’incombere di una  “questione sociale” e per ricordare, con le parole di Benedetto Croce, che “senza politica nessun proposito, per nobile che sia, giunge alla sua pratica attuazione”. Dalla questione sociale, del resto, nasce la politica [...]

 2

Babele

By | 2016-03-15T10:29:20+00:00 dicembre 29th, 2012|I più letti|

 Ora che la lista Monti non è più ipotetica – anzi, è una e trina, come si conviene a una creatura concepita presso le monache di Sion – Michele Ainis, sul Corriere, si diverte a catalogare “le cinque democrazie”: quella dei partiti, impersonata da Bersani; quella carismatica, che si incarna in Berlusconi; quella aristocratica di [...]

Monti e la Cei

By | 2014-03-27T13:21:34+00:00 dicembre 28th, 2012|I più letti|

Per Vittorio Feltri (sul Giornale di oggi) Bertone e Bagnasco hanno addirittura “venduto il Papa a Monti per 17 milioni”. Per tutti gli altri, comunque, si è verificato un fatto epocale. Il sostegno dell’Osservatore romano all’ancora ipotetica “lista Monti” ha fatto perdere il senso della misura a più di un commentatore. A Gad Lerner anche [...]

 0

Summa iniuria

By | 2014-03-28T12:16:58+00:00 novembre 27th, 2012|I più letti|

Nel 1989 a Firenze si doveva ripavimentare piazza della Signoria. Era stata disselciata per consentire scavi archeologici che avevano portato alla luce terme romane di modesto interesse. Nessuno aveva protestato per questa discutibile impresa. Ma la polemica divampò sulla ripavimentazione. E' il caso di dire, volgarmente, che c'era chi la voleva cotta e chi la [...]

 1

Forme di lotta

By | 2014-03-27T13:21:50+00:00 novembre 15th, 2012|I più letti|

Anche a Valle Giulia marciavano insieme nazisti e maoisti: anzi, c'erano addirittura i “nazi-maoisti”. Niente di nuovo, quindi, nell'alternarsi di pugni chiusi e di saluti romani in seno al corteo che ieri ha imparzialmente assaltato le banche e la sinagoga. Dopo la battaglia di Valle Giulia, però, Pasolini non invitò i poliziotti a fraternizzare con [...]

 0

Obama e Fukuyama

By | 2014-03-27T13:21:55+00:00 novembre 7th, 2012|I più letti|

Una volta tanto si può essere d'accordo con Fukuyama: la “Fine della storia” non c'è stata, ma meritano la massima attenzione le considerazioni sul sistema politico americano che, ad urne aperte, ha pubblicato sul Corriere di oggi. Nel chiedersi se “la divisione 50-50 rappresenta una marcata polarizzazione nella società americana”, Fukuyama afferma che invece essa [...]

 2

Se otto ore

By | 2014-03-27T13:22:00+00:00 ottobre 23rd, 2012|I più letti|

La riduzione dell’orario di lavoro fu fra le prime rivendicazioni del movimento operaio: che si trattasse di denunciare “la differenza di lavorare e di comandar” o di esigere insieme “il pane e le rose”, in tutto il mondo le otto ore furono la prima conquista del sindacato dei lavoratori. Si capisce quindi la reazione dei [...]

 1

Rotture

By | 2014-03-27T13:22:06+00:00 ottobre 19th, 2012|I più letti|

Ho qualche anno di troppo per appartenere alla generazione dei baby boomers, quella che oggi è di moda rottamare. Per di più ho qualche lettura di troppo per apprezzare la nozione stessa di rottamazione. Infine prediligo l'usato sicuro, memore di quello che scrisse Luciano Cafagna nel 1993 a proposito della retorica sulle “facce nuove”: meglio [...]

 1

Il pizzino

By | 2014-03-27T13:22:12+00:00 ottobre 8th, 2012|I più letti|

Il 26 settembe un giornale appena nato (Pubblico) sparava in prima pagina un titolo ad effetto: Arriva il partito del Napolitano-bis. Tommaso Labate ricamava da par suo su un'iniziativa che la nostra rivista intendeva promuovere in merito all'elezione del Presidente della Repubblica. La bozza del documento veniva definita “un foglietto”, ed effettivamente è breve. Il [...]

 1